HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
Home Site Map Progetto Chi siamo E-Mail Tutto HFG!

HI-FIGUIDE TEST | ACCESSORI HI-FI

Cerca

HI-FIGUIDE TEST > ACCESSORI

HI-FIGUIDE TEST
_______________________

Accessori

_______________________

Massage Disc©
_____________

Introduzione
L'invenzione
La Sinergia
Gli Ostacoli
Esempio Particolare
Il Procedimento
Il Dispositivo
Utilizzo
Effetti sul Suono
Impressioni in Sala 2
Impressioni con il R/S
Conclusioni
FAQ

_____________

Dove acquistare?
Audiophile Version;
Pro Version

_____________

Il Brevetto n. 1.415.104
Massage Disc©

MASSAGE DISC©

UN ESEMPIO PARTICOLARE

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13

Per comprendere meglio il concetto di "sinergia" e, conseguentemente, le basi su cui si fonda il funzionamento del Massage Disc©, nel corso del tempo ho elaborato un esempio, in grado di schiarire le idee anche al lettore meno "pronto" nel comprendere fenomeni fisici particolarmente complessi.


5.1 L'altoparlante

È noto che ogni tipologia di altoparlante, emette suoni in un determinato intervallo di frequenze: da una minima ad una massima. Questo intervallo è determinato dalla costruzione dell'altoparlante. Quello a larga banda, ad esempio, emette in un notevole intervallo di frequenze; il woofer, emette le basse frequenze; il midrange, le medie ed il tweeter le alte frequenze.


5.2 La pista di atletica

L'esempio che voglio descrivervi riguarda il rapportare l'intervallo di frequenze ad una "pista di atletica".
La frequenza minima, perciò, corrisponde alla linea di partenza; quella massima, corrisponde alla linea di arrivo (
che è la medesima...). L'altoparlante che emette suoni nel suo intervallo di frequenze, deve essere comparato all'atleta che compie un intero giro di pista.

Immagino che tutti sappiate come è fatta una pista di atletica.
Ebbene, nella pista perfetta un atleta compie il giro in un determinato periodo di tempo.
Un altoparlante perfettamente rodato, possiede una membrana vibrante in perfetto stato di forma, paragonabile all'atleta che compie un giro con il miglior tempo, su una pista perfettamente realizzata. Come l'atleta allenato compie il giro nel suo tempo migliore, la membrana vibrante emetterà suoni in tutto il suo intervallo di frequenze, senza incorrere in intoppi di vario genere.


5.3 I "punti critici"

Immaginate, adesso, una pista di atletica con superficie non perfetta, in tutta la sua lunghezza.
Ad intervalli regolari o irregolari, si trovano una sezione lunga, ad esempio, 3 metri, caratterizzata dalla presenza di pietrisco; un'altra sezione, caratterizzata dalla presenza di sabbia; un'altra, caratterizzata dalla presenza di fango. L'atleta nel compiere il giro della pista, dovrà transitare sopra questi tratti, rallentando la sua corsa, nonché l'"eleganza" con cui solitamente corre.

Nel paragonare il movimento della membrana alla pista di atletica con superficie regolare alternata da tratti irregolari, basta tenere conto che lungo il suo intervallo di frequenze, si trovano dei "punti critici", caratterizzati ad esempio, da:

  • attriti nel movimento;
  • movimenti irregolari;
  • risonanze.

Nel momento di emettere suoni, la membrana vibrante in corrispondenza dei "punti critici", avrà dei comportamenti anomali ed irregolari, esattamente come l'atleta quando transita sopra le irregolarità prima descritte.


5.4 Comportamenti e differenze

Un altoparlante poco o mal rodato, scadente o mal montato nel pannello, di questi "punti critici" ne possiederà parecchi, anche centinaia. È evidente che, a causa delle micro-differenze costruttive, i "punti critici" dell'altoparlante di destra

potrebbero non coincidere con quelli dell'altoparlante di sinistra, della medesima tipologia: tweeter, woofer, eccetera.

Tali differenze riguardano sia la loro collocazione lungo l'intervallo di frequenze di emissione, sia la loro quantità! In tal caso, saremmo in presenza di due altoparlanti "differenti"… pur essendo della medesima tipologia, modello e marca… La conseguenza è che il suono prodotto è tutto, tranne che il frutto di "sinergia", dovuta al movimento in simbiosi ed all'unisono delle due membrane. È, quindi, come se utilizzassimo due tweeters di marche o modelli differenti…


5.5 Differenti tipologie di diffusori

Immaginate adesso, di applicare le considerazioni appena espresse, in una coppia di diffusori a tre vie, con sei altoparlanti: ognuno, emetterà dei suoni per suo conto, esattamente come in un gruppo di coristi, ognuno canterà per proprio conto. Basta una differenza di 5 millisecondi, per creare il pasticcio!

Prendete adesso il caso del mio sistema di diffusione del suono (
Reference System), dotato di 68 altoparlanti: pensare all'esistenza anche allo stato embrionale della "sinergia", senza effettuare alcun procedimento serio di rodaggio e "preparazione atletica", è fantascienza… Nonostante la qualità straordinaria degli altoparlanti.

Stessa ipotesi si avrebbe anche con i diffusori elettrostatici, dotati di membrane di grandi dimensioni; pure, con i planari isodinamici ed a nastro. Eppure, tali diffusori suonano benissimo alle orecchie dell'Audiofilo e del loro costruttore! Fin quando non si scoprirà il loro suono dopo il "massaggio" e "preparazione atletica" effettuati col Massage Disc©.


5.6 Altre apparecchiature, cavi elettrici, ecc.

Chiaramente, l'esempio vale anche per tutti i componenti diversi diffusori acustici:

  • elettroniche audio;
  • dispositivi elettronici;
  • lettori digitali;
  • cavi elettrici;
  • cuffie;
  • eccetera.

Ciò perché anche in questi esistono i "punti critici" nel loro funzionamento, dovuti ai diversi elementi, attivi e passivi, di cui sono composti. Ciò perché la "
sinergia" consiste nel

"rapido ed efficiente fluire dell'energia elettrica",


da un punto iniziale a quello finale, anche in rapporto tra i diversi canali.
Queste caratteristiche possono essere realizzate solamente con gli "stimoli elettrici", organizzati secondo una funzione matematica, che portano i componenti HI-FI a funzionare correttamente, in modo omogeneo ed efficiente, nonché a migliorare ed incrementare le loro prestazioni tecniche/sonore.

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2017