HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

RIFLESSIONI AUDIO | 2009

Cerca

RIFLESSIONI AUDIO

2009  

TOP AUDIO & VIDEO 2009 - Breve commento sugli ascolti effettuati  1 | 2

(Continua da pagina 1)


E' stato chiarificatore la dimostrazione di Soundfan con nastri analogici originali che hanno evidenziato quale sia la vera differenza qualitativa della "vecchia" tecnologia dei nastri analogici rispetto ai supporti digitali; oppure la dimostrazione di Bolduc sulla ristampa in CD appena uscita della "Tosca" del 1952 (Callas - Di Stefano - Teatro alla Scala) dove la differenza di voce tra Angelotti ed il sagrestano all'inizio dell'opera è quasi nulla, a causa, penso, di limitazioni insite nel CD, mentre su nastro master le due voci erano completamente diverse!!!

Ecco allora che il risultato finale si fa deludente perché vero è che in alcuni momenti si riesce a scorgere le potenzialità ancorchè inespresse di un impianto, ma nella maggioranza dei casi i suoni che uscivano  avevano molto poco a che fare  con la timbrica dei suoni originali.
Sarà l'effetto tanto temuto dell'ascolto continuativo con lettori MP3, che con la loro compressione falsano i suoni? Quei suoni sono oggi considerati il punto di riferimento dai produttori di elettroniche e di diffusori oltre che da chi installa e assembla impianti?

Fatemi sapere cosa ne pensate, inviando una mail a inf@hi-figuide.com. A Voi la parola!

Livio Malpighi

 

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018