HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

RIFLESSIONI AUDIO | 2008

Cerca

RIFLESSIONI AUDIO

2008  

LA QUALITA' DELLE REGISTRAZIONI - I Concetti di Qualità, Altezza e Spazialità del Suono  1 | 2 | 3 | 4

(Continua da pagina 3)

realtà della diffusione delle onde sonore nelle sale da concerto nel corso di eventi musicali non amplificati.
Il termine migliore per definire la sensazione di spazialità presente in questi casi è la
delocalizzazione. Se chiudete gli occhi, oltre a percepire meglio i suoni, vi accorgereste che il suono ad esempio del violinista non proviene decisamente da dove si trova. E' impalpabile nell'aria con una bassa sensazione di provenienza dall'esecutore. Sensazione non così decisa e micrometrica come la intendono molti audiofili.

Persino sulle
dimensioni degli strumenti musicali non vi è alcuna correlazione.
Nella riproduzione in alta fedeltà difficilmente lo strumento musicale
possiede dimensioni riconducibili al suono percepito. Le proporzioni attengono alla fisicità dello strumento musicale, mentre il suono emesso dallo stesso strumento è svincolato dalle sue dimensioni fisiche. Per cui se nel corso della riproduzione ascoltate un suono di grande dimensioni o una voce che riempie l'inera sala di ascolto (vedi ad esempio Diana Krall), non preoccupatevi: nessuno strumento musicale suona piccolo! Persino i campanelli sembrano più grandi. Sono la frequenza ed il timbro che fanno

riconoscere lo strumento riprodotto, non le sue dimensioni fisiche.

CONCLUSIONI

Nella prossima puntata analizzeremo le diverse prestazioni sonore tra le principali sorgenti audio.
Noterete che l'argomento sarà trattato in modo particolare, diverso da quanto sinora fatto, facendo così finalmente conoscere all'audiofilo le effettive differenze timbriche e prestazionale delle sorgenti analizzate.

Intanto abbiamo appreso che non tutto ciò che ascoltiamo nella riproduzione audio, dipende dalla registrazione o si trova ivi contenuta. L'altezza e la spazialità come la intendono gli audiofili, sono parametri in gran parte estranei alla registrazione, ma caratteristiche intrinseche del sistema di diffusione del suono che si sta ascoltando.

Anche la qualità del suono è un parametro che attiene alla qualità della registrazione. Se non è presente, non potrà mai essere restituita da qualsiasi impianto audio.

Francesco S. Piccione

 

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018