HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
Home Site Map Progetto Chi siamo E-Mail Tutto HFG!

LETTERE | 2016

Cerca

LETTERE | 2016

LETTERE
_______________________

2016

________________

Altre impressioni sul
Massage Disc©

________________



LETTERA N. 12/2016

ALTRE IMPRESSIONI SUL MASSAGE DISC©


Egr. Direttore, spett.le Redazione,

all'inizio, indeciso se scriverVi, a distanza di una settimana di prova del Massage Disc©, ora mi sento di dover dare le mie impressioni.
Potrei iniziare citando alcuni parametri classici d'ascolto:

  • altezza un po' più ampia;
  • miglioramenti di linearità; 
  • dinamica avvolgente;
  • timbrica ancora in miglioramento;
  • una maggior consistenza della ricostruzione spaziale, che rende ancor più piacevole l'evento sonoro.

La cosa più sorprendente, però, è quel silenzio "musicale", unito alla gamma alta chiara e frizzante, che si amalgama benissimo con le frequenze medie e basse. Un miglioramento evidente, che mi ha già fatto spostare leggermente i diffusori.

Quando avrò completato tutti i "cicli" di "massaggi", che consigliate di eseguire (
12, 24, 48 e 72, n.d.r.), magari mi farò risentire.
Nel frattempo continuo a "massaggiare" il mio sistema hi-fi, così composto:

  • lettore CD: Audio Analogue;
  • giradischi analogico: Audiomeca Roma;
  • testina: Denon; 
  • pre phono: Vecteur;
  • pre e finale: YBA;
  • diffusori acustici: Monitor Audio.
  • cavi audio: YBA.

Devo ancora provare l'ascolto del sistema analogico, ma credo che il suo suono migliorerà.

Non mi rimane altro che riuscire a convincere gli amici audiofili, ma credo non sarà così difficile.

Tantissimi complimenti e buon lavoro
Lorenzo M.

Risponde Francesco Piccione

Egr. sig. Lorenzo,

la ringrazio per la sua ulteriore testimonianza in favore del
Massage Disc©.
Per i nuovi o occasionali lettori, si tratta di un
procedimento brevettato, unico al mondo, per l'espletamento del rapido, efficace, corretto ed omogeneo rodaggio dei sistemi hi-fi e video, anche vecchi di decenni. Oltre ciò, gli ulteriori "cicli" di utilizzo, permettono di conseguire dapprima il miglioramento delle prestazioni sonore ed, infine, il loro incremento.

Come sia possibile effettuare tutto ciò?
Il procedimento, operando nel mondo dell'infinitamente piccolo, permette di conseguire l'"
incremento dell'efficienza di trasmissione dell'energia elettrica", dal punto iniziale verso il punto finale, all'interno di:

  • una singola apparecchiatura elettronica;
  • diffusore acustico;
  • cuffia;
  • cavi elettrici;
  • dell'intero sistema HI-FI;
  • eccetera.

Detto incremento di efficienza, espleta il miglioramento della "
rapidità di reazione" del sistema elettronico.
Il progressivo incremento della rapidità di reazione, in rapporto al numero di "cicli", alla fine consegue l'
incremento delle "prestazioni tecniche/sonore" dei prodotti soggetti a massaggio.

Ogni cosa nuova e brevettata, spesso è accompagnata dallo scetticismo. Eppure, recentemente e successivamente alla mia richiesta del brevetto, ho scoperto (
fonti: "Morgan Freeman Science Show" ed "Il futuro secondo Hawking"), l'esistenza di nuovi esperimenti sul cervello umano, realizzati con opportuni "stimoli elettrici". Questi, hanno conseguito il miglioramento delle sue prestazioni in determinati ambiti di attività: velocità di reazione (in campo militare) e miglioramento dell'analisi matematica (in campo civile).

Ebbene, il Massage Disc© produce degli stimoli elettrici, organizzati secondo una funzione matematica, in modo da stimolare l'apparecchiatura elettronica e/o l'intero sistema HI-FI, a funzionare correttamente, meglio, fino al conseguimento dell'incremento delle sue prestazioni. Quest'ultimo è un fatto assolutamente inusuale, ma realizzato solamente da questo procedimento brevettato, perciò
unico nel suo genere ed al mondo.

Certamente si tratta di un fatto nuovo, insolito e molto difficile da comprendere e, persino da accettare!
Ma tant'è, quegli stimoli elettrici consentono agli apparecchi di:

  • "apprendere" le modalità di funzionamento;
  • "migliorarle",
  • e, successivamente, di "snellirle".

Tutto ciò, ripeto, semplicemente conseguendo l'"incremento dell'efficienza di trasmissione dell'energia elettrica", da un punto iniziale a quello finale. Tutto ciò, similarmente come nei recentissimi esperimenti sul cervello umano, prima citati.

Per fare comprendere meglio l'argomento agli Audiofili con poca dimestichezza nella scienza e nella tecnica, nel tempo ho sviluppato due esempi.
Quello storico, il primo del 2013, è relativo all'"attività fisica" preparatoria alla partecipazione di un atleta ad una gara agonistica o per la semplice messa in forma fisica. Il sollevamento dei pesi, le flessioni, i salti, le corse, eccetera, sono rappresentati dagli "stimoli elettrici" organizzati nel Massage Disc©.
Il secondo esempio, invece, è più recente (2015) e riguarda i procedimenti di memorizzazione, utilizzati dal cervello umano.
Cosa fa un bambino per imparare a memoria una poesia o le tabelline da 1 a 10? Legge, parla, scrive e ripete voltandosi da altra parte.
Il cervello memorizza la poesia o le tabelline, mediante degli stimoli elettrici differenti:

  • quelli generati dalla "visione" del testo;
  • quelli generati dalla "lettura orale" del testo;
  • quelli generati dalla "scrittura" di segni sul testo;
  • quelli generati dalla "scrittura" della copia del testo da memorizzare.

La successione "ciclica" di questi differenti stimoli, contribuisce alla memorizzazione, che alla fine porta alla ripetizione orale. Più una persona è intelligente, più corto sarà il tempo di memorizzazione.

Ebbene, questi diversi stimoli sono ben rappresentati nel procedimento Massage Disc©.
Tant'è che anche col M/Disc©, con la sua ripetizione "ciclica", si consegue la capacità della ripetizione orale, ossia dell'incremento delle prestazioni tecniche/sonore.

È difficilissimo credere al fatto che un apparecchio elettronico, un diffusore acustico, dei cavi elettrici ed un sistema HI-FI, possano essere assimilati nel funzionamento ad un cervello ed al corpo umano, ma è così.
Per me, invece, è impossibile credere all'ingegnere, il quale afferma che il suo componente audio si roda in soli 20 ore… di semplice utilizzo! È una affermazione priva di fondamento, che per di più contrasta apertamente contro la arcinota pratica sperimentale del funzionamento delle apparecchiature HI-FI di qualità (
e non solo), le quali richiedono almeno 300 ore di funzionamento, se non di più, per conseguire un minimo di agilità. Inoltre, è ormai assodato tramite questa scoperta ed invenzione, che al termine delle 300 e più ore, non si ottiene mai il massimo della funzionalità di qualsiasi apparecchiatura elettronica.

A tal proposito, ad esempio, ho recentemente acquistato un lettore digitale molto costoso, il quale ha voluto ben
36 cicli di Massage Disc© Pro, per iniziare a suonare similarmente al Denon DCD 2000 AE, gia ampiamente "massaggiato". Prima, ormai abituato al "guizzo" del M/Disc©, sembrava un Tir con una ruota scoppia! Per cui, l'affermazione che bastano 20 ore di riproduzione della musica …

Ognuno, però, è libero di affermare e credere a ciò che vuole. D'altronde, per secoli si è creduto che il sole girasse attorno alla terra. L'importante, a mio avviso, è verificare sempre l'attendibilità delle affermazioni. Ad esempio, in assenza di un brevetto di invenzione industriale, si è nell'ipotesi dell'espressione di una opinione di persona scettica, interessata e/o ignorante. Punto! Per cui, quando si afferma che un CD o uno strumento, consentono di effettuare il rodaggio, chiedete se è brevettato e con quale numero: diversamente, non funzionano!

Il problema non è se il Massage Disc© funziona o meno, poiché tale dicotomia automaticamente non sussiste, per il fatto di essere brevettato.
Il problema è convincere gli Audiofili (
e qui starà la difficoltà del nostro lettore), che nemmeno con 300, 600 o 20.000 ore di normale utilizzo e/o utilizzando altri strumenti non brevettati, si ottiene un rodaggio rapido, corretto, efficace ed omogeneo. Ciò perché senza alcuna specifica attività preparatoria, atletica o di memorizzazione per rifarmi agli esempi precedenti, non si raggiunge alcuno scopo: né la perfetta forma fisica, né la memorizzazione duratura, né tanto meno il rodaggio.
Il Massage Disc©, unico al mondo, fa svolgere specifiche attività, per il conseguimento delle sue tre funzioni:

  • rodaggio, miglioramento ed incremento.

Francesco S. Piccione

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2017