HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line | Site Map Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

IMPIANTI AUDIO COMPLETI | LETTORI

Cerca

IMPIANTI AUDIO COMPLETI

 Pino  1 | 2 | 3 | 4

Finale Quicksilver Moo Amps 8417 G.E. a valvole

Finale di potenza a valvole Quicksilver Mono Amps 8417 G.E.

(Continua da pagina 2)


Bando ai commenti su gamme basse, medie ed alte, trasparenze ed altri normali termini da audiofilo, dico solo che
il suono ha preso un senso compiuto prima sconosciuto, non solo i Monoamps, ma anche buona parte degli apparecchi provati nel mio sistema.

E la gran parte dei "difetti" prima accennati? Praticamente spariti!! Chiaramente, non arrivo a dire che i Quicksilver siano amplificatori immensi, però è risultato evidente che sono il frutto di un progetto "concreto" e sano che, per un "banale" elemento "sottovalutato" in sede di realizzazione (all'epoca della loro costruzione, dell'importanza data ai cavi di alimentazione, non è che se ne parlasse proprio tutti i giorni!!) spessissimo non hanno potuto essere valutati per quello che realmente sono. E purtroppo molti se ne sono disfatti senza di fatto aver capito la vera pasta di cui sono fatti.

Il discorso appena fatto, ovviamente,
può essere assolutamente generalizzato.
Sono infatti convinto che molti apparecchi, del passato più o meno recente, spesso non siano stati pienamente apprezzati solo per mancanza di "voglia" di sperimentarci attorno (evidente il caso di certi diffusori oggi considerati superati - ma da cosa?) e che di fatto siano ancora migliori di quello che comunemente si crede.

Devo dire con la massima sincerità che il lavoro fatto
attorno all'alimentazione dei singoli apparati è quello che nei tempi più recenti mi ha dato maggiori soddisfazioni….

Proprio in relazione alla
sorgente digitale, vorrei raccontare anche un altro piccolo intervento che ha prodotto risultati soddisfacenti.
Il sistema era alimentato collegando tutti gli apparecchi ad una ciabatta Bticino ed il tutto funzionava a dovere. Ho pensato allora di sostituire la ciabatta con una meglio dimensionata e dotata di un cavo di alimentazione degno di questo nome. Attacco

tutto, ovviamente rispettando la fase dei singoli elementi ed ascolto. Tutto più hifi, ma anche più "stonato"! Mi spiego. Ad un miglioramento facilmente percepibile dei singoli elementi in cui siamo soliti suddividere le caratteristiche componenti il suono, corrispondeva, nella sostanza, un suono "musicalmente" sgraziato. Come se cambiando la muta di corde ad una chitarra, queste, nonostante la migliore qualità, non tenessero l'accordatura o non fossero comunque adatte per quello strumento. Ed al primo accordo.…
Sarà un problema di rodaggio, ho pensato inizialmente, per cui ho resistito per un po'. Niente!

Allora ho provato ad attuare un apparentemente piccolo accorgimento:
ho usato due ciabatte, una per la sola sorgente digitale (meccanica e convertitore) e l'altra per il resto dell'impianto. Ogni ciabatta è stata poi collegata ad una propria presa di rete dedicata (le due prese sono distanti oltre 2 metri l'una dall'altra). Et voilà! Tutto a posto! Suono come quello di  prima, ma accordato.



I DIFFUSORI

Ai diffusori vorrei dedicare un capitoletto al di fuori del precedente, in quanto alla fin fine, costituiscono l'anello maggiormente caratterizzante la filosofia alla base di ogni sistema.

Attualmente utilizzo un paio di
Quad ESL63 che sono andate a sostituire da qualche anno un paio di Spendor LS 3/5a, con le quali ho convissuto comunque felicemente per diverso tempo.
Un periodo in cui, a parte il solito buon numero di concerti, ho ascoltato solo ed esclusivamente loro,
convinto che, comunque, la riproduzione domestica dovesse presentare dei limiti invalicabili (e questo può anche essere vero, basta intendersi sul livello di tali


(Continua a pagina 4)


All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018