HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line | Site Map Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

IMPIANTI AUDIO COMPLETI | LETTORI

Cerca

IMPIANTI AUDIO COMPLETI

 Alessandro  1 | 2 | 3 | 4

L'eccezionale impianto di Alessandro con diffusori ESS Transar ATD

L'impianto audio di Alessandro terminato con diffusori ESS Transar ATD.

SULLA VETTA DELL'HIGH-END
Di Alessandro…

Data pubblicazione originaria: 01/10/2003

PREMESSA

Saluti a tutti. Sono lieto che il Direttore mi abbia dato la possibilità di raccontare ai lettori di questa splendida testata e ricordare anche a me stesso la mia storia di audiofilo. Penso che comunque possa far piacere un po' di Amarcord dell'audio specie per gli appassionati di vecchia data … senza offesa ..

GENESI DI UN IMPIANTO HIFI ESOTERICO

Tutto inizia all'incirca verso i sedici anni, gli anni del patentino e quindi della moto, della Vespa 125, il regalo dei genitori per la fine dell'anno scolastico. Ma qualcosa nei mesi precedenti aveva fatto maturare una diversa scelta.
Dalla porta socchiusa del mio vicino di casa nei mesi primaverili antecedente a quell'estate sentivo fluire della  musica in un modo a me fino ad allora sconosciuto e spesso rimanevo accostato alla porta affascinato da quei suoni: Electric Light Orchestra … i Kraftwerk .. Jetro Tull.

Un giorno entro nella stanzetta magica, il mio vicino esce con i suoi amici  e visto il mio interesse mi lascia da solo a tu per tu con quelle apparecchiature. Ho ancora vivido il ricordo di quell'impianto: ampli NAD Model 90, giradischi Lenco L 75 con testina Shure e "casse" Scott.
"No mamma, niente Vespino …voglio lo "stereo".

Avevo le idee chiare quel giorno d'estate, davanti alla porta chiusa del negozio di Hi-Fi, una bella mezz'oretta prima dell'orario di apertura. Che impazienza, quel bell'amplificatore dagli occhioni azzurri, quel giradischi dal braccio e piatto dondolante ed invece … "Il NAD lo abbiamo finito … il Lenco … ma non e' superato e anche i diffusori …. abbiamo il Sansui …" uhm pero' Sansui .. lei e lui …  pensavo .. (avevo iniziato a

leggere qualche Stereoplay) tutto nero ….. vada per il 4900. E "poi e' appena arrivato questo giradischi  a trazione diretta con lo stroboscopio .." va .. be' .. vada per il Technics SL 2000 anche lui nero, come l'ampli. "E questi nuovi diffusori della Pioneer con il supertweeter" ….. e vada anche per le HPM 40 … ma avra' mai funzionato quello strano aggeggio?

Ma qualcosa non funzionava, strano ho la trazione diretta, la velocita' e' giusta, il super tweeter emette chissà che frequenze, sarò io che non le sento. Devo capire e da lì ore ed ore sdraiato sul letto a "divorare "gli articoli delle varie riviste del settore, alcune sparite a tutt'oggi, seguite da incursioni nei pochi negozi della mia zona a carpire qualsiasi affermazione buttata là dai vari frequentatori.
Et voilà … son pronto .. eccomi qua signori negozianti e signori recensori … sono tutto vostro .. fate di me quel che volete!

Fino ai venticinque anni circa è stato un turbinio di compravendita, nuovo, usato, in relazione ai pochi soldi che riuscivo a racimolare con lavoretti saltuari da studente universitario, ma  continuamente ritrovavo davanti a me lo spettro dell''audiofilo scontento e squattrinato.
Ricordo ancora le espressioni di mia madre sulla porta di casa che puntualmente aprivo con un piede o con una spalla avendo le mani occupate a trasportare o trascinare l'ennesimo oggetto del desiderio e non vi dico l'espressione quando a trasportarlo eravamo in due. Integrati pre e finali Revac, Cabre, Quad 33, 44, 303, 405, APT Holman, Hampton, Audio Research SP 6 o 5, quello a transistor comunque. Thorens, SME 3009, biamplificazioni con Cabre AS 45 e sub Resilience Audio ed anche valvolari Citterio di Cantù, satelliti Kef 101, Magneplanar Maggie, un gran casino.

Poi, una rimozione di tutto il mondo dell'hifi con


(Continua a pagina 2)

 

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018