HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line | Site Map Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

IMPIANTI AUDIO COMPLETI | LETTORI

Cerca

IMPIANTI AUDIO COMPLETI

 Giancarlo  1 | 2 | 3 | 4 | 5

Amplificatore finale Grant G100AS

Il finale di potenza a valvole 6550 Grant G100AS è un nobile oggetto degli anni Ottanta, spesso troppo sottovalutato. In realtà...

(Continua da pagina 4)


BREVI NOTE DI ASCOLTO

E' piuttosto difficile descrivere oggettivamente il suono di un impianto hi-fi.
In ogni caso credo che con questo impianto si possa godere una riproduzione ad altissimi livelli con qualsiasi genere musicale.
Direi che non manca nulla: estensione in frequenza, macro e micro dinamica, trasparenza e ariosita'.

L'eccezionale naturalezza e trasparenza delle CLSII viene in questo caso incrementata ulteriormente grazie all'utilizzo dei subwoofer. Anche il basso e' naturale e molto veloce (grazie anche agli HFG PF ONE).
Piccola parentesi: chi afferma che il suono di pannelli come le CLSII sia "inquinato" dall'accoppiamento con subwoofer anche di alta qualita' e' evidente che non conosce minimamente l'evento reale…..si tratta delle stesse persone che salendo su una F1 direbbero "…pero' il mio turbodiesel ha piu' coppia ai bassi regimi…".

Altra caratteristica di rilievo e' la qualita' della riproduzione ai bassissimi livelli di ascolto che consente di apprezzare tutte le sonorita' anche quando non e' possibile alzare il volume…..
L'unica vera limitazione e' costituita dal mio ambiente di ascolto che penalizza un po' la ricostruzione dell'immagine riprodotta dalle CLSII in quanto tali pannelli sono praticamente addossati alle pareti laterali.

Negli ultimi anni sto apprezzando sempre piu' le caratteristiche di questo impianto in quanto la maggioranza dei sistemi dell'ultima generazione tende, o ad enfatizzare in modo parossistico la gamma medio-alta per mascherare e/o distogliere da cio' che manca in gamma bassa, o a gonfiare spropositatamente la gamma bassa per venire incontro alla spettacolarita' di certe

colonne sonore HT.

UPGRADE E FUTURO

Quanto prima intendo seguire i consigli di HFG riguardo al posizionamento di elettroniche e diffusori su tre punti di appoggio.

Nell'attesa di nuovi formati audio (DVD-A, SACD?) i componenti del mio attuale sistema che potrebbero subire evoluzioni sono il finale sui bassi e il lettore CD. Per il primo non ho fretta e per il secondo, o attingero' a qualche occasione sul mercato dell'usato, o attendero' le evoluzioni del mercato. In questo ambito, da buon audiofilo, non vorrei dover rimpiangere il "vecchio" CD, magari soppiantato da qualche tecnica di compressione dati.

Per quanto riguarda l'HT e' un bel gioco che non ha nulla a che fare con la riproduzione ad alta fedelta'.
Sulla riproduzione multi-canale applicata all'alta fedelta' il mio parere e' che gestire cinque (sei, sette?) canali introduca ulteriori fattori degenerativi sul segnale. E poi.....e' gia' difficile ricostruire una credibile immagine sonora con due soli diffusori........non oso pensare di metterne insieme cinque o sei.  Senza contare l'esborso economico per garantire eguale qualita' a tutta la catena.

Giancarlo

 

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018