HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line | Site Map Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

IMPIANTI AUDIO COMPLETI | LETTORI

Cerca

IMPIANTI AUDIO COMPLETI

 Giancarlo  1 | 2 | 3 | 4 | 5

Mark Levinson n. 23 e Crossover Elettronico Synthesis.

Il celebre finale di potenza Mark Levinson n. 23 in "dolce compagnia" del crossover elettronico Synthesis.

(Continua da pagina 2)

Subwoofer con relativo crossover elettronico.

Una piccola nota di... colore....
Al Top Audio di non so quale anno (forse il '92?) mostro le foto del mio impianto all'importatore dei Sub...... al Top Audio dell'anno successivo vedo due Sub come i miei accoppiati alle isodinamiche Eminent Technology...... La filosofia torri subwoofer + planare si espande...

I miei diffusori di riferimento, in quel momento, erano le
Infinity Beta (pilotate con Jadis). Rispetto a quei diffusori la gamma bassa del mio nuovo Sistema mi appariva molto diversa, ma francamente tendevo a giudicare piu' colorata quella delle Beta. In gamma media e medio-alta la naturalezza e trasparenza delle CLS II era (e') senz'altro imbattibile, ma in gamma super-acuta la rifinitura delle Beta era irraggiungibile per il mio Sistema.

A questo punto sopraggiunse un'altra idea...... comprai una coppia di trasduttori Infinity EMIT, gli costruii intorno un mini-crossover passivo con frequenza di taglio quasi ultrasonica e collegai il tutto al vecchio, ma validissimo, Grant G100AS. Ecco spuntare le armoniche ad altissima frequenza delle Beta...

Siamo giunti al 1993.... l'impianto mi soddisfa e da quel momento gli upgrade diventano sempre piu' rari, ma significativi.
Arriva il preampli
Jadis JP-80 (usato, visto i prezzi stratosferici) che aggiunge una spazialita' eccezionale alla riproduzione.
Sulla produzione Jadis devo aprire una parentesi perche' alcuni suoi prodotti sembra che inglobino sia i pregi delle valvole che i pregi dello stato solido. ll finale
Jadis JA 200 rimane ancora oggi un sogno..… anche se confermo quanto detto prima: il Mark Levinson n. 23 e' realmente vicino alla neutralita' assoluta.

L'ultimo acquisto significativo e' stata la
Dynavector XX 1, una delle pochissime MC con spazialita' e gamma alta eccezionali senza problemi di eccessiva "freddezza".

Poi e' arrivata
HI-FIGUIDE e sono arrivati i cavi di potenza HFG PF ONE ...... che influiscono sul

risultato finale come un componente elettronico.

I COMPONENTI DELL'IMPIANTO

SORGENTI
CD PLAYER: Pioneer PD 9300, con qualche customizzazione effettuata "personalmente". Onesto apparato per chi non vuole svenarsi per una tecnologia che oggi e' piu' superata del vecchio "vinile".....

GIRADISCHI ANALOGICO:
Linn Sondek LP12 + alimentazione Valhalla
Il giradischi per antonomasia ancora oggi al "top" se si escludono realizzazioni molto particolari dai costi stratosferici.
Braccio:
Linn Ittok LVII
Il partner ideale per il Sondek....non ho provato l'Ekos....
Testina
: Dynavector XX1
MC  con tutti i pregi delle MC di altissimo livello ma priva dei difetti di cui alcune MC (di altissimo livello) sono contraddistinte.

AMPLIFICAZIONE
PREAMPLIFICATORE: Jadis JP 80
Pre a valvole in due telai. Un telaio e' interamente dedicato all'alimentazione. Valvole utilizzate nello stadio pre: ECC83. Non aggiungo altri commenti. Con tale oggetto rischiano di apparire "grandi" anche certi mini-diffusori.

CROSSOVER ATTIVO:
Synthesis Reference Crossover by Conrad-Johnson
Il crossover Synthesis by CJ e' un prodotto minimalista.
Dichiara una frequenza di incrocio di 100 Hz ed effettua un taglio "attivo" a 12 db/ottava sul passa-basso ed un taglio "passivo" a 6 db/ottava sul passa-alto.

FINALI:
Gamma bassa:
Rotel RB
Transistor di discreto livello da 150 Watt per canale. Riserva dinamica ben superiore al necessario e buona velocita'.
Gamma medio-alta:
Mark Levinson N. 23
Transistor da 200W per canale. Due soli aggettivi: neutro e potente. Quel che serve sulle


(Continua a pagina 4)

 

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018