HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

EVENTI AUDIO | REPORTAGE

Cerca

EVENTI AUDIO

REPORTAGE | Presentazione diffusori Kiom Size L  1 | 2 | 3 | 4

ascoltare brani con basse frequenze impegnative come quelle generate dal cd Super Bass di Ray Brown sempre su Telarc. Qui e' emerso prima di tutto il carattere e la forza dell'amplificazione che, nonostante i suoi 3,5W, riusciva ad esprimersi con autorevolezza. Blue Monk e' un brano di questo cd in bass-trio veramente impegnativo da riprodurre. La verve di Ray Brown che duetta con altri due bassisti del calibro di John Clayton e Christian McBride ha messo in difficoltà più di una catena al Top Audio, ha messo a nudo limiti di catene ben più note e dal prezzo più elevato: qui la compostezza di esecuzione, la buona velocità degli attacchi ed il controllo fanno la parte del leone. Non aspettiamoci, ovviamente, l'impronta di uno stato solido da 100w con slew rate da 250V/microsec., ma certamente è stata una sorpresa piacevole ascoltare la compostezza di questi due "legni artigianali" di buon grado ebanistico e la loro capacità nello spingere e controllare anche i vibrati più intensi. Cosa ancor più importante, non sono stati rilevati episodi di slabbrature o di armoniche lasche.

CONCLUSIONI
Bene, cari lettori, tiriamo ora le conclusioni.
Certamente la cura progettuale e l'esperienza di Luca Chiomenti emergono, così come è evidente la capacità di tradurre i segnali elettrici di questa catena. La riserva che ho mosso nella parte medio-alta della gamma mi consente comunque di promuovere la nuova creatura Kiom. Promosso con un debito, per usare un linguaggio scolastico corrente: quello di verificare le aspettative e sciogliere gli ultimi dubbi al prossimo Milano Hi-End dove Luca Chiomenti sarà in grado di presentarsi con una coppia di
SIZE L adeguatamente rodate e, si spera, in una saletta che non mortifichi troppo.

Giorgio Capelli

IL COMMENTO DEL PROGETTISTA
LUCA CHIOMENTI

Mi fa molto piacere che le impressioni riportate da G. Capelli nell'ascolto del nuovo Kiom Size "L" siano state positive, peccato che sia passato proprio all'inizio del primo giorno.
L'ambiente era stato adeguatamente corretto dal giorno successivo, a tutto vantaggio del risultato spaziale, mentre la punta di rugosità in alto era


(Continua a pagina 4)

Luca Chiomenti in… dolce compagnia… Notare la mole della femme… pardon diffusore, dimensioni minime secondo i canoni di HI-FIGUIDE per avere un suono di qualità hifi.

(Continua da pagina 2)

dell'ottone della tromba di Roy Hargrove si sovrappone una impressione di polvere, non polvere dei secoli ma pulviscolo. 
A questo proposito va detto, anzi ribadito, che il set up ambientale era ancora da completare e quindi l'influenza sulla risposta complessiva sicuramente si faceva sentire ma, cosa ancor più importante, per dare il giusto peso alle caratteristiche rilevate, da precisare che i diffusori erano appena usciti dal laboratorio. Cioè dovevano ancora passare quel necessario periodo di assestamento e di rodaggio indispensabile per dare il meglio di loro stessi ed esprimere la dovuta coerenza.

Questa che può apparire una
faziosa difesa è invece una realtà da tenere ben presente, ancor più quando, come in questo caso, si passa ad

 

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018