HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

EVENTI AUDIO | REPORTAGE

Cerca

EVENTI AUDIO

REPORTAGE | Presentazione diffusori Kiom Size L  1 | 2 | 3 | 4

all'apparenza.

Ricordiamoci che si tratta pur sempre di macchine da musica, non di articoli di arredamento; certo la variabile  WAF in questo caso potrebbe riservarci dei VAF….. ma questa e' una scelta personale! Sono fermamente convinto che i diffusori debbano sparire quando suonano e non quando fanno arredamento.

E appunto sul quanto e come hanno suonato durante le circa due ore di prova vado ora a parlarvi.
La sensibilità e' alta, abbastanza alta da poter pilotare questa coppia con amplificazione valvolare dai pochi ma caratterizzati e caratterizzanti watts del finale, sempre made in Kiom, da 3.5 per canale. L' E1 (questo il nome del finale) single ended di 2A3 da L. 4.200.000, il pre C2 con uscita a trasformatori (sempre Kiom) da L. 5.800.000 erano le elettroniche in funzione: visitate la
Vetrina della Kiom per le relative specifiche tecniche. La sorgente cd Philips 960 con interfaccia a trasformatore Audio Tekne ed i cavi Audio Tekne completavano la catena.         

L'ASCOLTO

Nel suo complesso i SIZE L generano un'immagine sonora sufficientemente estesa anche se non arrivano a riempire completamente l'ideale palcoscenico ed a dare vita ad una ariosita' complessiva che conosco quando ascolto Waltz for Debby dal cd By Arrangement di Jim Hall su Telarc sul mio impianto e su qualcuno selezionato al Top Audio (peraltro di costo enormemente superiore!).

Sempre da questo magnifico esempio di registrazione traggo un'impressione di lieve velatura delle alte frequenze, una rotondità che peraltro non è ascrivibile solamente alla tipicità dei valvolari. Anche le voci dei due cori, femminile e maschile, che duettano delicatamente alternati da un tessuto armonico di buon livello, non mi hanno stupito per pulizia timbrica anche se nel complesso si poteva affermare un buon livello di coerenza.  La conferma a queste impressioni la ottengo quando sul lettore gira il cd di Dave Brubeck
Young Lions & Old Tigers, altra valente produzione Telarc, dove insieme ad una risposta precisa e veloce


(Continua a pagina 3)

Vista ravvicinata del diffusore durante la sua dimostrazione.

(Continua da pagina 1)


Venendo al mobile, questo è decisamente solido con i suoi 50 kg di peso, accuratamente rifinito ponendo attenzione anche ai particolari (da vedere la svasatura sul tw ottenuta su un frontale di ben 4 cm di spessore); specifica cura è stata posta nell'assemblaggio interno dove si possono contare ben 49 rinforzi ad incrementare la rigidezza costruttiva (non li ho visti ma c'è da crederci sulla parola).

Piacevole la vista nel suo complesso, linea semplice senza tanti fronzoli, badando più alla rigidità ottenuta operando sull'interno del volume che con applicazioni di materiali da ingegneria spaziale sulle fiancate esterne. Non so quante persone possano apprezzare questa scelta (della semplicità estetica) e quante invece badino all'impatto nell'arredamento casalingo, ma di mio posso dire che bado più alla sostanza che

 

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018