HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

EVENTI AUDIO | REPORTAGE

Cerca

EVENTI AUDIO

REPORTAGE | Visita al Laboratorio Kiom  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6   

(Continua da pagina 5)

regolare i livelli della tromba dei medi e degli alti. In questo modo posso adattare il sistema all'ambiente nel quale si trova ad operare per offrire il miglior risultato. Attenzione tuttavia: in questo modo si può far funzionare al meglio un sistema, lo si può ottimizzare per le migliori prestazioni ma non vorrei che si pensasse che così si possano risolvere problemi strutturali legati all'ambiente, cioè problemi di acustica ambientale. I livelli offrono una possibilità di tuning ma
se ci sono seri problemi di acustica occorre un trattamento specifico (che per inciso la Kiom offre, avvalendosi della consulenza di esperti nel settore del trattamento acustico).

DM
Il lettore cd che usi sembra un po' datato, non potevi usarne uno migliore?  ;-)

LC
Si, trovandolo... Il CD che impiego è un vecchio Philips 960, fratello gemello del Marantz CD94. Queste macchine sono strutturalmente identiche alle successive CD10 e CD16, cambiano solo i convertitori e sinceramente resto sempre a favore dei vecchi multibit (montato appunto sui vecchi Marantz 94 e Philips 960). Faccio notare che una replica praticamente identica di quelle vecchie macchine (stessa meccanica, stessa

struttura, stessi vecchi convertitori 1541...) è stata recentemente riproposta da Marantz con il nome di CD7 e viene venduta ad un prezzo di 13 milioni circa: va bene che si tratta in parte di una operazione commerciale (le ultime 750 meccaniche disponibili, quantitativi limitati nel mondo), però è interessante confrontare una macchina con una tecnologia vecchia di oltre 10 anni  con quelle attuali, visto che ne bastona molte... Ci sarebbe da riflettere a lungo su questi aspetti ma non è la sede più adatta. A mio avviso i CDP hanno fatto notevoli dei passi in avanti per quanto riguarda le macchine economiche ma ai livelli medi o medio-alti già da tempo si erano ottenuti risultati molto validi e non mi pare che oggi si sia andati oltre. Per andare oltre oggi occorre ricorrere a macchine di riferimento come i due telai MBL, tanto per fare un esempio.

DM
Ing. Chiomenti la ringrazio a nome di tutti i nostri lettori e della redazione per la sua cortese disponibilità.

Danilo Marangio

© Copyright 2001 ® All Right reserved
HI-FIGUIDE - 2001

 

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018