HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

EVENTI AUDIO | REPORTAGE

Cerca

EVENTI AUDIO

REPORTAGE | Laboratorio di Bartolomeo Aloia  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9   

progettisti, che celano con cura le qualità o non qualità (spesso quest'ultime) dei loro progetti, Bartolomeo Aloia descriveva la sua opera quanto basta per fare apprendere ai lettori più attenti, molto della filosofia e della tecnica costruttiva. Anche in questo caso, le sue argomentazioni erano sorrette da un solido approccio scientifico, che si rifletteva nel suono inestimabile dei suoi diffusori, in particolare il modello di punta Apocalipse Now.

In quarant'anni di carriera dell'Aloia, purtroppo penso che in Italia non vi sia un pieno apprezzamento della sua opera di ricercatore e divulgatore. La sfortuna dell'Aloia è quella di non chiamarsi Brad Pitt o Richard Gere o George Clooney. Gli audiofili italiani, meno conoscono di tecnica più apprezzano quei prodotti che con la corretta e naturale riproduzione sonora, nulla hanno a che spartire. Sia chiaro: non è che l'Aloia non abbia successo: tutt'altro! Solo che in Italia hanno maggiore successo coloro che fondamentalmente progettano schifezze. Troppo spesso l'ignoranza audiofila italica produce lo strano effetto di tributare successo a chi non se lo merita. Se l'Aloia fosse stato uno straniero, magari un cinese, avrebbe indubbiamente spopolato, senza bisogno di costruire prodotti scadenti da 50 o 100 euro…. E' la maledizione degli italiani migliori al mondo….

LA PRODUZIONE ALOIA

Il nome Bartolomeo Aloia negli anni Settanta era indissolubilmente legato alla
Steg, prima azienda italiana realmente hi-end. Successivamente, al concludersi di quella esperienza, Bartolomeo Aloia decise di presentare i prodotti con il proprio nome, come succede ancora oggi. Attualmente la produzione è diversificata in due linee.


(Continua a pagina 5)

Toh! Un Triodino: notare le dimensioni delle valvole...

(Continua da pagina 3)

invenzione del nostro direttore, ma opera del nostro Bart nazionale.

Ma Bartolomeo Aloia ha scritto anche sui diffusori, sulle loro caratteristiche intrinseche e, soprattutto, su come dovrebbero essere ancora oggi progettati. Gli scritti sui diffusori comparivano tutte le volte che presentava dei nuovi sistemi. Contrariamente ad altri

 

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018