HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

EVENTI AUDIO | MEETING AUDIOKIT

Cerca

EVENTI AUDIO

MEETING AUDIOKIT | FABIO CAMORANI  1 | 2 | 3 | 4 | 5 

(Continua da pagina 3)

dubbio.
Dire che un monovia suona non è certo una frase da poco! Molte volte ci vuole coraggio a dire certe cose… ebbene: questo coraggio l'ho avuto, perché sono voluto venire contro a quello che ha tentato di far capire, ai presenti ed ai nostri lettori, il Camorani. Suonava, era molto musicale, seppur con tutti i limiti di un monovia. Questo tengo a ribadirlo. E' un monovia e come tale suona. Un buon compromesso, alcuni lo definiscono. Come tale è stato presentato, tale lo valuto.

L'altoparlante utilizzato ha delle ottime capacità, si estende in basso ed in alto non si sente la necessità di un ulteriore componente. Si estende in basso vuol dire che scende utilmente in frequenza fin verso i 40 Hz ma ovviamente, è pur sempre un 16 cm di diametro, la gamma bassa manca di "impatto".  La dinamica non può certo far paura, ma nel suo piccolo riesce a far bene.
Suona bene, un suono delicato e molto musicale, riesce a ricreare bene l'ambiente, a estendere l'immagine in profondità. Far suonare una voce, uno strumento solo può dare tante soddisfazioni. Certo che un'orchestra intera (anche se provando non si è comportato tanto male), o un contrabbasso… non vi sposterà certo dalla sedia (come succede dal vivo).
Ripeto, è un monovia, e fra i tanti ascoltati probabilmente quello che riesce ad essere più coerente ed a rendere l'ascolto più piacevole, meno stancante.

Il monovia nella produzione AudioNautes rappresenta il
livello 1 degli apparecchi presentati.
Ed allora, qual è il diffusore di livello più elevato da loro prodotto? Un diffusore a
tre vie, con basso sempre in caricamento simil Audio Teckne con altoparlante Altec da 38 cm di diametro, tromba per i medi ed i tweeter sempre Altec, tutta roba d'epoca accuratamente

selezionata. Questo è il suo sistema principale e credo giustamente, quello dalle migliori prestazioni. Il Camorani ha invitato tutti noi ad andare ad ascoltarlo quando avrà pronta la sala ascolti.

Le
elettroniche, invece, presentano tutte le stesse caratteristiche.
Circuitazione, per i preamplificatori, tutta in SRPP, unico sistema che l'autore afferma essere adatto per ottenere gli scopi prefissi. Componentistica normale: sono apparecchi destinati alla vendita e quindi atti ad ottenere un certo equilibrio. Ritiene il Camorani che la spesa deve essere affrontata per migliorare i componenti veramente più critici:
i trasformatori. Per questo motivo utilizza i Tamura, oggetti magari un po' costosi, ma che hanno caratteristiche ottime per i suoi scopi. Dunque, meglio risparmiare su un condensatore dal costo di centomila lire o più, possibilmente non proporzionato al valore complessivo del prodotto, per impiegarle in un trasformatore che darà risultati sicuramente più incisivi di quanto faccia un condensatore.

Nel corso della mattinata il Camorani ci ha fatto ascoltare alcune
incisioni su vinile di pregevole qualità, effettuando anche confronti tra le stesse. Qualche esempio:

- Peter Gabriel: versione standard ed EMI centenario,
- Sting: versione standard e JVC Japan
- Bill Evans: "Live at Montreaux", versione 180 g 33 giri di ottima qualità e 180 g 45 giri

Le seconde versioni presentate suonavano decisamente meglio.
Abbiamo ascoltato, inoltre, alcune etichette giapponesi, con incisioni ottime, ma dai contenuti a volte discutibili.


(Continua a pagina 5)


 

All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018