HI-FIGUIDE | Guida italiana all'alta fedeltà esoterica ed hi-end internazionale | Rivista di approfondimento sui temi audio
E-Copmmerce | Acquista | E-Shopping Home Web Edition | Indice On-Line Progetto Servizi Chi siamo Registrazione Newsletter | No Spam! Invia posta Tutto HFG!

EVENTI AUDIO | MEETING AUDIOKIT

Cerca

EVENTI AUDIO

MEETING AUDIOKIT | FULVIO CHIAPPETTA  1 | 2 | 3

INCONTRO CON FULVIO CHIAPPETTA
07 FEBBRAIO 2000
DI NICOLA ZANGHI'

Ancora una volta mi trovo a partecipare ad un meeting organizzato dalla AudioKit di Aprilia (LT), con lo scopo di passare un'intera giornata con uno dei più importanti esponenti nazionali della progettazione di elettroniche audio d'altissima qualità: Fulvio Chiappetta.

L'articolo potrà sembrarvi lungo, forse un po' troppo descrittivo ed impostato in maniera cronologica, ma non potevo farne a meno, visto l'enorme quantità d'informazioni acquisite; non credevo opportuno che queste fossero perdute o rimanessero racchiuse tra una ristretta cerchia di persone. Cercherò di essere il più breve possibile, sperando d'accontentare chi vuole solamente conoscere come si è svolta la giornata, e chi avrebbe desiderato essere presente ma non ha potuto.

L'incontro si è svolto in due parti, come consuetudine di ogni meeting.
La
mattina inizia con la presentazione dell'autore e prosegue con una discussione generale sui temi legati all'amplificazione.
Dopo la pausa pranzo, l'incontro è proseguito nel
pomeriggio con le sedute d'ascolto e da un'interessante prova di registrazione dal vivo, con immediato riascolto.
Al termine, discussione finale e saluti da parte del progettista.

Sicuramente non tutti sapranno chi è Fulvio Chiappetta.
Posso assicurarvi che si è fatto notare come una persona molto simpatica, molto capace nell'esprimersi, ma soprattutto ha dimostrato un'ampia disponibilità verso gli appassionati.

Dal punto di vista professionale, la sua attività principale nel settore dell'audio non è quella di commercializzare kit o prodotti finiti, bensì quella

di realizzare o vendere propri progetti ad aziende specializzate, italiane, europee e persino americane. 
Da aggiungere le notevoli esperienze nel settore professionale.
Probabilmente ai più sarà conosciuto per i suoi articoli apparsi sulla rivista Costruire Hi-Fi, riguardanti condizionatori di rete, pre a batterie, e amplificatore con valvola finale 845.

La mattinata comincia con la presentazione da parte dello stesso progettista, e poi con l'esposizione di alcuni aspetti dell'amplificazione.
Primo argomento, accolto con molto interesse è stato quello sulla
retroazione (o se volete controreazione) dove il progettista ha esposto due problemi per i quali questa tecnica può "considerarsi" sconsigliata.
Brevemente riassumo quanto esposto.
Spesso si è portati a pensare, che la retroazione abbia la capacità di
eliminare le distorsioni. Questo non è sostanzialmente vero: la retroazione per abbattere in una certa misura le distorsioni, ne trasla il loro effetto in uno spettro di frequenze più elevate, introducendo delle nuove distorsioni d'ordine superiore.
Anche se siamo portati a pensare che il valore di queste distorsioni introdotte sia molto basso, dobbiamo anche affermare che l'orecchio umano, o meglio, il nostro sistema uditivo, percepisce meglio le differenze tra due frequenze differenti tra loro, che di due racchiuse in una banda più ristretta. Quindi, valori di distorsione di ordine elevato (es. 5°, 7°), che possono essere difficilmente interpretabili persino dagli strumenti, non lo sono per il nostro udito.

Altro motivo per eliminare o ridurre l'uso della retroazione, è dovuto al fatto che questa peggiora sensibilmente la risposta ai transienti di un circuito elettronico. Questo è dimostrabile con un'analisi detta "risposta indiciale" nella quale è


(Continua a pagina 2)


All Rights Reserved ® Copyright © | Francesco Piccione | 1998/2018